martedì 16 maggio 2017

Roma e il gioco dell’immondizia più in là

La strada maestra è la raccolta differenziata, il successivo riciclaggio della parte solida e il compostaggio degli umidi; ma un tempo per organizzare il tutto è necessario.
Non basta certo il gioco propagandistico di un po’ di scopini politici a risolvere il problema.
Quanto tempo?
Pare che la giunta Raggi conta di arrivare al 70% di raccolta differenziata entro il 2022; e resterà anche allora un 30% che deve essere in qualche modo collocato.
Dove?
Nessuno dei comuni che circondano Roma vuole aiutare la città. Eppure si parla di Città metropolitana o area metropolitana che deve coinvolgere nei fatti una rete di comuni.
Roma, comuni confinanti e Regione hanno l’obbligo di ascoltarsi e trovare insieme soluzioni.
Il gioco “dell’immondizia di Roma non mi appartiene” non può essere continuato.


Per i post recenti o in evidenza di Crisi dopo la crisi vai all’Home page


Nessun commento:

Posta un commento

SI POSSONO INSERIRE RETTIFICHE E COMMENTI A QUESTO POST IMMEDIATAMENTE ED AUTOMATICAMENTE. CHI INSERISCE RETTIFICHE E COMMENTI LO FA SOTTO LA PROPRIA RESPONSABILITA’ – Il curatore di questo blog si riserva di cancellare rettifiche e commenti che possano contenere offese a terzi o appelli alla violenza. Grazie per ogni rettifica o commento che andate ad inserire. Quando posso e quando trovo qualche parola rispondo.